Il mio sito e-commerce ha poco traffico e le vendite sono scese, devo assolutamente attivare una campagna di Google AdWords!
Il mio sito web è molto bello ma non traduce contatti in prenotazioni, devo rivedere la mia strategia SEO e di email marketing ai clienti!
Il mio brand non ha raggiunto la popolarità che speravo, meglio cambiare la strategia Social!

Potrei andare avanti con altri mille esempi, perché ormai è assodato che avere una strategia di Digital Marketing è assolutamente necessario per qualsiasi azienda, per qualsiasi attività ricettiva e per qualsiasi professione. Existo nel web ergo sum… Parafrasando Cartesio con un latinismo azzardato.

Ma se il web diventa il luogo dove le nostre aziende esistono, tutti noi ci sentiamo più o meno autorizzati e competenti per fare una delle affermazioni con cui ho iniziato questo articolo. Diciamocelo: un poco cominciamo a capirne e quindi pensiamo di avere la soluzione a portata di mano. Spesso però commettiamo un errore tattico: crediamo a un semplice rapporto causa-effetto: Aumento le ADS quindi aumento le vendite, utilizzo tutti i Social Network possibili e di conseguenza aumento al mia brand identity, mando una newsletter alla settimana e incremento le prenotazioni. Purtroppo non è cosi semplice e non sempre le strategie casarecce producono i risultati sperati.

Personalmente sono sempre stato affascinato dal Marketing, dall’analisi dei dati, dalla valutazione del prodotto e del servizio offerto dall’azienda, dal posizionamento del prezzo, dalle attività di promozione e da quelle di distribuzione e credo che la chiave del successo stia proprio nella buona integrazione e nell’organizzazione di tutte le fasi del Marketing. Mi spiego meglio: è inutile puntare su un aumento di budget nelle ADS di Google quando il prezzo del mio prodotto è notevolmente maggiore di quello di prodotti succedanei, è altrettanto inutile cercare di aumentare le conversioni in prenotazione quando le immagini utilizzate nel sito web o nei Social Network non sono di buona qualità o non sono inerenti alla mia offerta. And so on..
Allora quale consiglio mi sento di dare in questo articolo e quale approccio vi propongo di adottare per evitare che i vostri investimenti in Digital Marketing diventino inadeguati? Di partire dalla foresta, ovvero di guardare dall’alto tutto il progetto di Marketing per il prodotto o servizio che intendete vendere ai vostri clienti.

Ecco alcuni consigli pratici che semplificano un’analisi più complessa, con la promessa di ritornare su ogni aspetto con un articolo specifico:
1. Analizzo i dati in mio possesso. Ne ho tantissimi e li posso recuperare da un CRM, dal gestionale aziendale, da Google Analytics e dagli Insight di Facebook. Devo imparare a capire chi siano i miei target groups, ovvero chi siano i miei clienti. E’ come giocare ad “Indovina Chi?” ma con qualche variabile in più e tante tipologie di clienti diverse.
2. Analizzo la concorrenza e scelgo una strada:
a. differenziarmi dalla proposta degli altri.
b. offrire i medesimi prodotti e servizi o ad un prezzo più vantaggioso o al medesimo prezzo con performance migliori.
c. Tertium non datur (“una terza via non è concessa”, scusate la mia vena latinista…)
3. Definisco le caratteristiche, le performance e il prezzo del mio prodotto/ servizio in funzione dei miei target groups. Non posso piacere a tutti come ci auguriamo spesso, ma devo essere in grado di raggiungere e di essere appetibile a chi mi apprezza.
4. Ora siamo in grado di lanciarci nel mondo del web con una strategia coordinata in cui tutti gli strumenti adottati suonano una parte della stessa melodia. Solo dall’utilizzo di spartiti della medesima opera siamo in grado di produrre un progetto di comunicazione web efficace ed efficiente. Se Sito Web, Campagne Google, Facebook e Instagram, Newsletter, attività SEO e quant’altro suonassero uno spartito differente saremmo in grado di comporre solo rumore e non musica. Noi vogliamo produrre una melodia affascinante e avvolgente e che generi RISULTATI!
Oggi tutti ci gettiamo a capofitto sull’ultimo strumento che promette di aumentare le nostre vendite sul web, tutti ci fidiamo dell’ultimo guru che racconta come i Social Network siano la nuova via per vendere nella rete e pensiamo a come diventare pionieri della comunicazione su Snapchat o su Whatsapp.

Ma solo una strategia coordinata e coerente di tutti gli strumenti a disposizione e solo con una direzione d’orchestra che faccia muovere gli strumenti in armonia possiamo pensare di amplificare la visibilità della nostra proposta, l’appetibilità e di conseguenza la conversione in vendite!

Se leggendo questo articolo ti sei trovato d’accordo con quanto abbiamo appena detto scrivici e ti daremo tutte le informazioni sui due servizi web made in TITANKA! che puntano a veri risultati: Royalties e High Performance…

Richiedi informazioni

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati *
*dati obbligatori

Ivan Gambaccini

Posted by Ivan Gambaccini

Laureato in ingegneria gestionale, si è occupato per circa 10 anni del coordinamento di aree commerciali, di ricerca e di sviluppo per importanti aziende, prima in ambito industriale poi nel settore informatico, come responsabile di una vasta rete commerciale. Dal 2013 ricopre la carica di Presidente di Rimini Reservation. Nel 2015 assume il ruolo di Direttore dei servizi presso Social Più, azienda del Gruppo TITANKA! specializzata in Social Media Marketing che opera in tutta Italia con servizi mirati al comparto aziendale e turistico.


Potrebbero interessarti anche: