Segmentazione o remarketing nel tuo social media marketing?

Ivan Gambaccini Ivan Gambaccini   |   24 maggio 2017

Quanti siti web funzionano davvero bene? Chi si può dire completamente soddisfatto della propria architettura di vendita online? Quali strumenti abbiamo a disposizione nel social media Marketing per supportare le azioni di vendita su un sito web?

La verità è che per quanto le nostre aziende siano capaci di produrre prodotti di assoluta qualità, per quanto il Made in Italy sia sinonimo di stile, performance e alto valore percepito, per quanto una valida Web Agency segua tutti i consigli di Selena sull’ecommerce in un precedente articolo scritto sul nostro blog, non sempre i dati di un sito web sono in linea con il “desiderata” del management aziendale.

Come sempre il punto fondamentale è farsi conoscere e far conoscere i propri prodotti o servizi ai target group dei potenziali clienti.

Una via praticata da tutti è quella di utilizzare Google ADS e di puntare su parole chiave o “long tail” più o meno costose.
Chi cercherà un prodotto o un servizio tramite il motore di ricerca avrà l’opzione delle offerte delle aziende che meglio avranno saputo fare SEO e attività ADV. Su questo argomento il Blog di TITANKA! è foriero di preziosissimi consigli assolutamente da seguire.

Il discorso si fa più complesso e stimolante quando il prodotto o il servizio proposto è molto qualificato e di nicchia oppure rappresenta soluzioni a esigenze latenti del consumatore.

L’obiettivo di ogni azienda operante in qualsiasi settore è quello di differenziare il prodotto/servizio che propone alla propria clientela per aumentare la percezione del valore dell’offerta e per essere percepiti come unici nel proprio mercato obiettivo.

La sfida allora diventa quella di raccontare le proprie particolarità e singolarità a un pubblico altamente profilato.

Per fare qualche esempio l’azienda che produce serramenti di sicurezza passiva deve poter raccontare la propria diversità, una biglietteria online deve poter raggiungere di volta in volta i fan dell’artista per cui vende i biglietti.

Una soluzione è quella di utilizzare i Social Network che permettono di raccontare e di raccontarsi parlando direttamente alla propria clientela, alla propria base fan e permettono di impostare azioni di remarketing per “inseguire” gli utenti che hanno manifestato un interesse su un determinato prodotto/servizio.

Segmentazione e remarketing sono entrambe azioni davvero potenti. Ma andiamo per gradi e analizziamo la prima.

#1 SEGMENTAZIONE
Segmentare con attenzione il proprio mercato di riferimento è la base di partenza per ogni azienda.

market-segmentation

La segmentazione del proprio mercato è il processo fondamentale mediante il quale un’impresa suddivide gli acquirenti potenziali in gruppi, ognuno dei quali risulta, nel modo di agire e reagire a specifiche politiche del marketing mix, omogeneo al suo interno e significativamente differenziato rispetto agli altri gruppi.

I Social Network permettono di segmentare con estrema semplicità il target di comunicazione: questa operazione richiede tempo e competenze ma risulta estremamente importante per trasformare un potenziale cliente in un cliente a tutti gli effetti.

Banalizzando, ma non troppo, un ecommerce di calzature deve poter raggiungere donne e uomini nel periodo estivo con offerte mirate per ogni target group, mentre nel periodo invernale deve poter intercettare una domanda di tipo diverso.

Quello che davvero conta è che ogni comunicazione deve poter essere:
• mirata
• personalizzata
• esclusiva
per il pubblico target a cui è destinata.

#2 REMARKETING
Il secondo strumento che consiglio di adottare è il remarketing: anche quest’ultimo può essere usato efficacemente nella comunicazione Social.

remarketing

Due sono le strade per poter “inseguire” con la comunicazione mirata i nostri clienti:

1) monitorarne i comportamenti tramite il tracciamento attraverso un Pixel inserito nel corpo del codice del sito web e raccogliere preziose informazioni per ricontattare i potenziali clienti interessati a una o più proposte o offerte.

2) utilizzare in contemporanea un database di contatti (clienti, potenziali clienti, lead che hanno solo richiesto informazioni) che, se adeguatamente segmentato sulle caratteristiche e sulle esigenze del target, costituisce un ottima base sulla quale fare azioni di remarketing con le comunicazioni Social.

Occorre prevedere di investire del budget in funzione della popolazione del segmento di mercato che si vuole colpire con questi strumenti.

Valutare di investire un budget dedicato a questo scopo, permetterà all’azienda di parlare a persone molto interessate (in target) e per questo molto più sensibili alla conversione.

Se desideri avere maggiori informazioni su come implementare una strategia di social media marketing che preveda l’uso di questi due preziosi strumenti, contatta SocialPiù: www.socialpiu.com/it/contatti-social.piu.php

Richiedi informazioni

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati *
*dati obbligatori

Ivan Gambaccini

Posted by Ivan Gambaccini

Laureato in ingegneria gestionale, si è occupato per circa 10 anni del coordinamento di aree commerciali, di ricerca e di sviluppo per importanti aziende, prima in ambito industriale poi nel settore informatico, come responsabile di una vasta rete commerciale. Dal 2013 ricopre la carica di Presidente di Rimini Reservation. Nel 2015 assume il ruolo di Direttore dei servizi presso Social Più, azienda del Gruppo TITANKA! specializzata in Social Media Marketing che opera in tutta Italia con servizi mirati al comparto aziendale e turistico.


Potrebbero interessarti anche: