Ci tieni all’immagine del tuo hotel?

Lavi   |   8 luglio 2014

Nell’era dell’immagine, la comunicazione visiva è fondamentale.

Se è vero che una bella fotografia vale più di mille parole perché emoziona e sa essere iconica, è vero anche il contrario, cioè che una brutta immagine può condizionare negativamente l’idea e la percezione di un utente o potenziale cliente.

Partendo da questo punto di vista, si capisce l’importanza di utilizzare per il sito web del vostro hotel immagini in grado di comunicare l’essenza e il carattere della struttura, di trasmettere la personalità della gestione e creare curiosità.

Personalizzazione è la parola chiave: ogni hotel è unico ed è l’unicità che va comunicata.
Il compito non va lasciato solo alle parole, le immagini sono molto più immediate ed è la scienza a dirci che  l’80% dei nostri ricordi è basato sull’immagine. Non affidate il racconto del vostro hotel a generiche immagini, a modelli dai denti perfetti e a bambini con t-shirt senza macchie di cioccolato: le foto devono rappresentarvi e raccontare una storia autentica che permetta l’immedesimazione. Investire nelle immagini è importante quanto investire in un bravo chef o nella copertura Wi-Fi: la prima impressione è tutto e va ottimizzata per sbaragliare la concorrenza.


Approfittate della bella stagione per scattare un servizio fotografico in grado di cogliere l’essenza dell’hotel e dei suoi ospiti: non saranno soldi sprecati, anzi, saranno le basi dell’archivio della vostra storia. Se le conoscenze fotografiche non sono il vostro pane quotidiano, affidarsi a un professionista è sicuramente un’ottima idea. Il fotografo saprà rendere in immagini l’atmosfera e i punti di forza della vostra struttura, trasmetterne il mood.

 


Il vostro punto di forza è la cucina? Sui social network come Instagram e Pinterest le foto di piatti e cibo sono proprio le più pubblicate e le più apprezzate. Cosa aspettate a fotografare le lecornie che escono dalla vostra cucina e rubare alcuni scatti nel dietro le quinte? Oltre a far conoscere un lato della vostra attività più umano, i  social network permettono anche di relazionarsi con le persone ed entrare in contatto con un pubblico vastissimo (Pinterest conta 70 milioni di utenti attivi, Instagram ben 150 milioni).

 

 

Non basta avere belle fotografie per creare social engagement, bisogna saperle organizzare con un pizzico di creatività e raccontare una storia, creare l’atmosfera. Provate a utilizzare  il visual storytelling (letteralmente è il racconto per immagini) per testimoniare i retroscena della gestione alberghiera, ciò che succede in alcune stagioni, le cose da fare, le ricette: tutto può fa parte del racconto.

 

E non dimenticatevi di rendere partecipi gli ospiti, di far  scrivere a loro una parte della storia. Anche se non avete creato un account su Pinterest e su Instagram, molto probabilmente il vostro hotel sarà già presente su questi social perché qualcuno avrà fotografato il panorama che si vede dal terrazzo della camera, il buffet delle torte a colazione o si sarà fatto un selfie in piscina. Per questo non bisogna perdere l’occasione di entrare in conversazione con le persone dove le persone sono, sui social network, e farlo con il loro linguaggio, stimolandoli a scattare foto durante il soggiorno, creando concorsi, hashtag, ecc.

 

Ecco alcuni interessanti esempi di hotel che su Instagram e Pinterest hanno saputo coinvolgere e stupire gli utenti con la tecnica del visual storitelling:

 

La pagina Pinterest dell‘Hotel Universo Lucca ha board divise per opportunità di intrattenimento nella città toscana.

 

Lo Standard Hotel di New York fa confluire nella gallery del sito le foto scattate dagli utenti

 

Brio e freschezza: le foto utilizzate per il sito dell’Hotel Madison riescono a trasmettere la personalità dell’albergo e la sua atmosfera.

 

Una notte gratis per chi ha più di 10.000 follower su Instagram: ecco cosa offre  il 1888 Hotel di Sydney.

 

Non perdete questa occasione: organizzatevi per scattare!

Richiedi informazioni

* Nome:
* E-mail:
Telefono:
Messaggio:

Posted by Lavi


Potrebbero interessarti anche:



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.