Marketing territoriale: fare sistema e creare esperienze

TITANKA! TITANKA!   |   9 giugno 2015

Fra le rivoluzioni che il digitale ha messo in campo in ogni settore, una di quelle che ha modificato in modo radicale il rapporto fra domanda e offerta negli ultimi 10 anni è dato dall’accesso di chiunque a infinite informazioni.

Il consumatore diventa consum-attore

Un destinatario della comunicazione commerciale e acquirente non più passivo e standardizzato, ma dotato di strumenti e network utili a selezionare solo le informazioni e i prodotti in linea con le proprie esigenze e interessi.

Per le aziende i giochi sono cambiati radicalmente. Chi ha voluto mantenersi competitivo e difendere la propria posizione sul mercato ha dovuto reinventare la propria comunicazione: imparare a sfruttare i nuovi canali e differenziare la propria offerta per rivolgersi ai diversi segmenti di acquirenti, ognuno con esigenze diverse e con molte più scelte accessibili alla velocità di un click. Sul piano della comunicazione online e della progettazione dell’offerta nasce il cosiddetto Marketing Esperienziale.

Si passa da un’economia di prodotto ad un’economia dell’esperienza

In ambito travel la definizione di un nuovo viaggi-attore ha fatto sì che l’intero settore turismo subisse una rivoluzione. Dagli hotel alle spiagge, dalle agenzie viaggio agli enti promotori delle destinazioni, passando per piccoli consorzi e per metropoli, la capacità di proporre un’esperienza di viaggio personalizzata si è dimostrata la sfida più importante per conquistare il turista.

Questi i dati riportati dalla ricerca TripBarometer 2014 – l’analisi pubblicata da TripAdvisor dedicata ai nuovi trend nel settore turistico:

tripbarometer 2014

 

Claudio Gagliardini, Web Marketing Expert, al BE-Wizard! 2015 ha delineato con precisione gli scenari che oggi fanno presa sul viaggiatore contemporaneo, progetti turistici orientati all’esperienza, alla condivisione e alla personalizzazione di ogni fase di viaggio, dal momento della scelta della meta sino al ritorno a casa.

Gagliardini svela anche quale strategia accomuna tutti i progetti di successo da lui portati ad esempio, da #TriesteSocial al bellissimo Visit Iceland, passando per We Like Sila e numerosi altri esempi nazionali ed internazionali:

Fare sistema, lavorare in sinergia e con obiettivi comuni.

Perché il progetto sia efficace serve una condivisione di obiettivi e il coordinamento di tutte le attività in modo sinergico, abbandonare l’autoreferenzialità a favore della creazione collettiva di ispirazioni, racconti, esperienze. 

Le attività di Marketing Territoriale fino ad oggi di sola competenza di IAT e Istituzioni, devono coinvolgere molti soggetti: chi si occupa di promozione delle destinazioni, degli uffici addetti alle informazioni turistiche, delle strutture ricettive o per il tempo libero, e anche nuove figure non direttamente collegate al settore turistico, come i cittadini o le aziende e industrie del territorio che possono offrire un punto di vista differente e toccare così le corde giuste per una particolare fascia di viaggiatori.

L’autoreferenzialità non trova più spazio in un’economia dell’esperienza. Il miglior hotel del mondo non può offrire un’esperienza di viaggio completa senza l’aiuto del territorio, viceversa le istituzioni e gli enti dedicati alla promozione turistica possono collaborare con le strutture ricettive per arrivare “al cuore” dei viaggiatori. Gli hotel conoscono i propri ospiti, sanno come e con chi viaggiano, se faranno una vacanza breve o lunga, sanno da dove vengono e hanno gli elementi utili per capire che tipo di esperienza cercano.

Maurizio Goetz e Andrea Rossi, autori del libro Tourist Experience Design, nell’intervista rilasciata ai colleghi del gruppo Estensa sono dello stesso parere:

Integrare tutti gli elementi del viaggio in un ecosistema esperienziale

L’esperienza riguarderà il territorio nella sua totalità, negozi, alberghi, ristoranti, segnaletica stradale, percorsi. Le destinazioni che cominceranno a lavorare in termini di integrazione avranno un vantaggio competitivo rispetto a quelle che continueranno a ragionare in maniera isolata. Va ripensata la governance del territorio e i rapporti tra pubblico e privato. Gli operatori pubblici e privati si dovranno integrare in ottica di costruzione di un’esperienza completa e senza soluzione di continuità.

Nella direzione di un racconto condiviso del territorio e di una cooperazione fra gli attori del comparto turistico si colloca anche il nostro nuovo progetto Today News, un software per informare in modo capillare gli ospiti in vacanza, che di fatto crea un nuovo canale automatizzato, in real time e personalizzato per comunicare e promuovere qualsiasi località turistica a tutti i tipi di visitatore.

Today News rivoluziona l’approccio tradizionale del marketing territoriale e sposta l’attenzione sull’esperienza degli ospiti, amplificando le occasioni di coinvolgimento e garantendo una conoscenza più profonda delle località turistiche.

Se ti occupi di marketing territoriale e vuoi verificare come Today News può aiutare il tuo lavoro completa il form seguente e ti ricontatteremo in brevissimo tempo.

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati *
*dati obbligatori

Richiedi informazioni

* Nome:
* E-mail:
* Località:
Telefono:
Messaggio:
TITANKA!

Posted by TITANKA!


Potrebbero interessarti anche:



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.