Responsive Search Ads: Google lancia gli annunci adattabili della rete di ricerca

Alessandro Paccagnella Alessandro Paccagnella   |   18 dicembre 2018

Chi si ferma è perduto! Per descrivere i continui cambiamenti che avvengono su Google Ads, non c’è nulla di più attuale ed esemplificativo del titolo del celebre film di Totò. Da un giorno all’altro, potresti ritrovarti con l’interfaccia cambiata, con nuove funzionalità, nuove policy, nuove campagne.

Da poche settimane, solo su alcuni account selezionati da Google è possibile creare e testare gli annunci di testo adattabili della rete di ricerca. Al momento si tratta ancora di una versione beta: i criteri per la selezione degli account che hanno accesso alla Beta non sono chiari, ma sicuramente se investi tanto sarai tra i fortunati. A giudicare dai risultati e dai vantaggi che apportano questi nuovi annunci, potrebbero essere rilasciati ufficialmente molto presto.

Dagli annunci espansi agli adattabili: come sono cambiati gli annunci della rete di ricerca.

Nell’ultimo anno Google non ha certo lesinato sulle novità per gli annunci della rete di ricerca: si è passati dagli annunci espansi (2 titoli e una descrizione molto più corposi rispetto al formato precedente), agli annunci ancora più espansi (3 titoli e 2 descrizioni), fino ad arrivare alla versione beta degli annunci adattabili. Ma come sono composti questi annunci?

Responsive Search Ads: Google lancia gli annunci adattabili della rete di ricerca

 

È necessario inserire un minimo di 3 titoli fino a un massimo di 15 e dalle 2 alle 4 descrizioni. Dopodiché il sistema si prenderà la libertà di mixare tutti questi titoli e descrizioni, andando a comporre annunci con un massimo di 3 titoli e 2 descrizioni. Più titoli e descrizioni vengono inserite, più alte sono le possibilità che Google Ads pubblichi annunci pertinenti rispetto alle ricerche fatte dagli utenti, migliorando così il rendimento degli annunci. Verranno provate tutte le combinazioni possibili con il materiale a disposizione per scoprire nel tempo il mix di titoli e descrizioni più adatto alle diverse query cercate.

La principale differenza rispetto agli annunci espansi sta proprio nelle varianti di annunci proposti. Fornendo 15 titoli e 4 descrizioni, Google Ads pubblicherà automaticamente un numero esponenziale di annunci: verranno create tutte le combinazioni possibili, cosa difficile da fare manualmente perché si impiegherebbe troppo tempo.

I vantaggi degli annunci adattabili della rete di ricerca.

Google Ads sta procedendo spedito verso un’automazione sempre più spinta: questa ultima versione di annunci ne è la conferma. Questo, però, non significa che il fattore umano sia meno importante! La creatività, l’originalità e le buone performance degli annunci dipenderanno proprio da ciò che scriverai nel tuo annuncio, anche se poi sarà Google a mostrarlo nel modo più accattivante per gli utenti finali.

Ecco quali sono i vantaggi più evidenti di questo formato:

  • Ottimizzazione del tempo: costruendo un unico annuncio si creeranno automaticamente più di 30 varianti differenti;
  • Flessibilità: gli annunci si adattano alla larghezza e dimensioni del dispositivo, per sfruttare al massimo lo spazio disponibile;
  • Acquisizione di un maggior numero di potenziali clienti: la varietà di titoli e descrizioni permetterà agli annunci di competere in più aste e soddisfare la corrispondenza con più query;
  • Aumento del rendimento del gruppo di annunci: partecipando a più aste, sarà possibile generare click e conversioni aggiuntive, conversioni che non si sarebbero ottenute con la tipologia di annunci di testo già esistenti.

Responsive Search Ads: alcuni aspetti importanti.

Come abbiamo già sottolineato, gli annunci adattabili della rete di ricerca possono mostrare fino a 3 titoli e 2 descrizioni, andando a combinare casualmente gli asset inseriti. Quindi, è molto importante scrivere con attenzione tutti gli elementi che andranno a comporre l’annuncio, perché non è possibile sapere in precedenza come sarà composta la creatività testuale.

Ma ci sono altri aspetti da tenere in considerazione, prima di usare questa tipologia di annuncio. Vediamoli insieme!

  • Trattandosi di annunci in beta, al momento possono essere usati solo in aggiunta a gruppi di annunci che al loro interno hanno già un annuncio di testo espanso;
  • Dato che gli asset che inserisci possono essere visualizzati in qualsiasi ordine, i titoli e le descrizioni devono avere senso sia individualmente sia in combinazione tra loro;
  • All’interno del pannello di Google Ads, troverai un link “visualizza dettagli asset” che permette di vedere una panoramica di tutti i titoli e le descrizioni che compongono l’annuncio adattabile. Cliccando su “combinazioni”, sarà possibile vedere come il sistema ha combinato gli asset inseriti e quali annunci sono mostrati più frequentemente;
  • Puoi scegliere di limitare il sistema nella creazione delle varie combinazioni di titoli e descrizioni, bloccandoli a tuo piacimento in una posizione specifica (titolo 1 o 2 o 3 e descrizione 1 o 2). In questo modo, quell’asset comparirà solo nella posizione specificata, impedendo che altre descrizioni o altri titoli siano visualizzati al suo posto. Questa operazione riduce il numero complessivo di descrizioni o titoli che possono essere abbinati alla ricerca di un potenziale cliente, perciò Google la sconsiglia. È però possibile bloccare nella stessa posizione più titoli o descrizioni e saranno questi a intervallarsi nelle creatività, sempre in quella posizione.

Abbiamo avuto modo di testare questo formato di annunci su vari account Google Ads e abbiamo sempre riscontrato un miglioramento della posizione media e del CTR rispetto agli annunci espansi. L’elemento fondamentale rimane sempre e comunque il fattore umano: scrivere bene titoli e annunci è determinante, specialmente considerando che questi asset potrebbero essere mixati in qualsiasi ordine. Per approfondire, ti consiglio di leggere i suggerimenti della guida di Google Ads.

Se invece non hai abbastanza tempo da dedicare a questa attività o non ti senti sicuro, evita di sperperare il tuo budget per fare delle prove e contatta dei professionisti! Noi di TITANKA! siamo a tua disposizione per una consulenza o per la gestione delle tue campagne Google Ads.

Richiedi informazioni

* Nome:
* E-mail:
* Località:
Telefono:
Messaggio:
Alessandro Paccagnella

Posted by Alessandro Paccagnella

Lavora in TITANKA! da qualche anno e da più di 4 anni si occupa di Campagne PPC su Google AdWords. Adora vincere i contest di Google e ricevere gadget! La maggior parte dei clienti che segue sono Hotel, campeggi e strutture ricettive; da due anni ha iniziato a gestire anche campagne per aziende di altri business diversi dal turismo. Su di lui: gioca in una squadra di calcio a 5 del campionato sammarinese, adora fare sport in generale, stare all’ aria aperta (soprattutto in primavera!) e fare lunghe camminate in montagna. La sua calma serafica è solo apparente: è molto competitivo e determinato. Appena ne ha la possibilità si rende utile agli altri. Mette il cuore in ogni cosa che fa.


Potrebbero interessarti anche: