Campagne Facebook e AI: come sfruttare al meglio l’algoritmo per la propria attività di promozione!

Nicholas Molinario Nicholas Molinario   |   17 Agosto 2022

Tutto ciò che devi sapere sulle ultime novità della piattaforma di advertising.

Campagne Facebook e AI: come sfruttare al meglio l'algoritmo per la propria attività di promozione!

Sentiamo ormai sempre più spesso parlare di Intelligenza Artificiale (AI), delle sue applicazioni nei vari settori e dei vantaggi che il suo impiego porta a ciascuna attività… ma, che cos’è esattamente?

Cerchiamo di spiegare il concetto in poche parole: l’Intelligenza Artificiale è un meccanismo di apprendimento che, attraverso specifici algoritmi (come per esempio la tecnica di Machine Learning), permette ad una determinata attività di apprendere dati durante il suo iter, studiarli e utilizzarli in tempo reale al fine di ottimizzare i risultati.

Praticamente quindi l’ambiente che sfrutta l’AI apprende, come se fosse un essere umano, durante lo svolgimento di una determinata operazione, usando a proprio vantaggio i dati immagazzinati al fine di ottenere risultati sempre migliori.

Ora ti starai sicuramente chiedendo: “E cosa c’entra l’AI con la promozione

Social?” Non ti preoccupare, ci pensiamo noi a fare chiarezza.

Campagne Facebook e AI: come sfruttare al meglio l'algoritmo per la propria attività di promozione! 1

Facebook sta impiegando sempre di più le tecniche di Machine Learning, con l’obiettivo di ottimizzare al massimo i risultati delle campagne di advertising.

Ciò significa che nel momento in cui noi attiviamo una qualsiasi campagna sponsorizzata sulla piattaforma, gli algoritmi di Facebook cominceranno a raccogliere dati in relazione ai risultati via via ottenuti.

Allo stesso tempo, e contemporaneamente allo svolgimento della campagna, Facebook sfrutterà i dati raccolti per rifinire la targetizzazione degli annunci, così da raggiungere utenti via via sempre più profilati poiché in linea con coloro che durante l’iter della promozione avranno realizzato l’obiettivo da noi impostato per la specifica campagna.

Per spiegare il concetto attraverso una metafora, possiamo vedere la campagna allo stato iniziale come un bambino che comincia ad apprendere dalla scuola materna; più il bambino cresce e impara, migliori saranno i risultati lungo il percorso di sviluppo, così come la campagna sponsorizzata continuerà ad immagazzinare dati da sfruttare a proprio vantaggio per l’ottimizzazione dei costi e il raggiungimento degli obiettivi.

Alla luce di ciò, Facebook ha fatto trapelare che vi saranno cambiamenti importanti a livello di advertising.

Uno dei punti di forza del social che abbiamo utilizzato a nostro vantaggio nelle attività di promozione ad oggi, ovvero i famosi “interessi”, presto non sarà più disponibile: infatti dal 2023 questi verranno molto probabilmente rimossi dalla piattaforma (la graduale rimozione è già cominciata).

Vi è anche da aprire una piccola parentesi: a causa dei vari aggiornamenti relativi alla Privacy che hanno interessato la piattaforma negli ultimi anni, le informazioni che Facebook utilizzava per generare gli interessi non sono più interamente disponibili (ciò spiega perché attualmente il numero degli interessi a disposizione sta continuando a calare e molti di quelli che stavamo utilizzando all’interno delle promozioni non sono più presenti).

Ecco perché quindi Facebook sta spingendo in maniera così importante sullo sviluppo della sua Intelligenza Artificiale: in questo modo garantisce una continuità nei risultati delle attività di promozione anche nel momento in cui gli interessi non vi saranno più e anzi, si prospetta un ulteriore miglioramento dei riscontri dalle varie attività Social, proprio perché questo modus operandi si sta rivelando di gran lunga migliore rispetto a quello precedente.Campagne Facebook e AI: come sfruttare al meglio l'algoritmo per la propria attività di promozione! 2

Cosa cambierà quindi nella costruzione dei pubblici delle nostre campagne sponsorizzate? Semplicemente si lasceranno sempre più da parte gli interessi, e si sfrutteranno di più altri tipi di pubblico basati su (leggi anche: https://news.titanka.com/2019/02/11/trova-i-tuoi-clienti-ideali-su-facebook-grazie-al-target-audience):

  • Lookalike: i pubblici simili che Facebook crea a partire da vari “input” che possiamo fornire, come DB clienti, visitatori del sito web (grazie all’attività del pixel Facebook), utenti che interagiscono con la propria pagina Facebook; anche per la creazione di questi pubblici la piattaforma ovviamente sfrutta i propri algoritmi di AI.
  • Broad: ovvero pubblici “aperti” dove lasciamo lavorare l’algoritmo di Facebook in totale libertà; in questo modo, monitorando costantemente i risultati giorno per giorno e perfezionando quindi le impostazioni della campagna via via, riusciamo ad ottenere un’ottimizzazione costante dei “costi per risultato” durante tutto l’iter della promozione.

Ti piacerebbe approfittare fin da subito dei vantaggi dell’AI derivanti da una promozione Facebook, per la tua attività? Contattaci, costruiremo insieme la strategia migliore per raggiungere i tuoi obiettivi!

Condivisioni 0

Richiedi informazioni:

* Nome:
* Cognome:
* Nome attività:
* Città:
* Provincia:
* E-mail:
Telefono:
Sito WEB:
* Qual è il tuo Business?:
La tua richiesta:
Campi obbligatori *
Nicholas Molinario

Posted by Nicholas Molinario


Potrebbero interessarti anche: