Campagne Facebook: sempre attive e integrate in una corretta strategia di marketing

Marco Baroni Marco Baroni   |   30 Marzo 2022

Facebook è diventato un canale di acquisizione clienti estremamente importate per le strutture ricettive.

È determinante inserirlo correttamente nella propria strategia di marketing, non farlo significherebbe perdere una grossa fetta di mercato.

Ma attenzione, non basta attivare qualche campagna durante i periodi di vendita “magra” o post sporadici in cui proponi solo delle tue ultime camere da vendere.

Serve una pianificazione che racconti la tua struttura durante tutto l’anno.

Come si crea una corretta strategia di marketing?

La tua strategia di marketing, in generale, dovrebbe ruotare attorno a quattro obiettivi principali.

Quattro pilastri che coordinati sulle varie attività e canali di acquisizione clienti portano automaticamente i risultati sperati.

I quattro obiettivi sono:

Generare traffico verso il tuo sito: perché è necessario portare traffico al sito?
Il sito racconta la tua storia e quella del tuo hotel, le persone, che poi alla fine sono i tuoi clienti, devono poter immaginare attraverso le parole e le immagini come sarà la loro vacanza.

Falli sognare ad occhi aperti, solo così catturerai la loro attenzione e più saranno trattenuti dalla voglia di scoprire, più rimarranno sul tuo sito.

Tieni sempre bene a mente che lo scopo finale è fargli compiere almeno un’ azione: l’iscrizione alla newsletter o l’invio di una richiesta di informazioni.
Ecco perché è importante curare con attenzione le Call to Action da inserite sul sito.

Generare contatti (lead generation): come aumentare i contatti del tuo database?
Creando qualcosa di accattivante e attraente che convinca le persone a lasciarti il loro indirizzo email.

Un esempio: Iscriviti alla newsletter per ricevere uno sconto del 10% sul tuo prossimo soggiorno.
Come divulgare il messaggio? Attraverso una campagna Facebook di Lead generation.

Generare prospect ovvero quelle persone che sono entrate nel tuo database, quindi potenzialmente interessate alla tua struttura alle quali però serve ancora una spinta per convincerle a fare un passo in più verso di te.

Cerca un modo per iniziare un dialogo. Un consiglio su come fare?
Hai il suo indirizzo email perciò scrivigli, mandagli le newsletter che parlano di meravigliosi giorni di vacanza nella tua struttura, dei gustosissimi piatti preparati dallo chef con prodotti tipici e invitale a non perdere l’offerta esclusiva che scadrà a breve e riservata solo a pochi (senso di scarsità e urgenza)

Generare clienti: ultimo step che ha come unico obiettivo l’invio di una richiesta di informazioni per un soggiorno nella tua struttura (punto di conversione).

Ti ho appena riassunto uno schema che se coordinato sulle varie attività di marketing porta un numero maggiore di persone all’interno di un flusso destinato a smuore il loro interesse.

Può sembrare complicato, ma quando si hanno le idee chiare sul proprio obiettivo e le persone giuste a cui affidarsi per mettere in pratica le varie azioni, tutto diventa semplice e tu non dovrai far altro che raccogliere i risultati.

Il nostro focus oggi è Facebook come strumento strategico e altamente performante con il quale è possibile creare il tuo personale flusso di comunicazione e di vendita camere.

È chiaro che non si tratta dell’unico strumento da attivare ( i canali di marketing fondamentali per vendere camere sono 7) ma, come spiegato all’inizio, è diventato negli ultimi anni sempre più importante portando risultati eccezionali.

Risultati eccezionali si ottengono però mantenendo le campagne sempre attive.

Perché le campagne Facebook vanno mantenute sempre attive?

Prendiamo in esempio una struttura stagionale aperta da maggio a settembre, perché dovrebbe mantenere attive le campagne anche durante il periodo di chiusura?

Facebook lavora su un algoritmo che non smette mai di elaborare dati per ottimizzare le tue sponsorizzate.

All’algoritmo serve un primo periodo di analisi per far partire la campagna, terminata questa prima fase lavora costantemente per trovare il target giusto.

Target destinato al tuo hotel basandosi su una serie di dati e informazioni che riceve dai tuoi input, all’interno della selezione dell’audience, e sui feedback rilasciati dagli utenti una volta avviata l’inserzione.

Più tempo ha l’algoritmo di lavorare migliore sarà l’acquisizione delle informazioni per ottimizzare i costi delle tue campagne e soprattutto i risultati.

Lo spiega bene Erika CavalliSocial Media Manager di Social Più Srl (società del gruppo TITANKA!) nell’articolo Perché è importante mantenere le campagne Facebook sempre attive? dove porta un caso studio per dimostrare l’efficacia di una campagna mai spenta paragonata ad una campagna attivata solo per qualche settimana.

Le strutture prese in esame sono entrambe stagionali, di simili caratteristiche e zona.

Il risultato?

Il primo hotel, da Giungo a Settembre, ha investito € 3.928 e ha generato € 31.412 di prenotazioni.

Il secondo hotel, invece, che ha mantenuto attive le campagne in maniera costante con un investimento di € 3.298, ha ricavato € 63.149!

Entrambi ottimi risultati, certo, ma a te darebbero fastidio quei 30mila euro di ricavi in più?

I dati e i casi studio servono proprio per aprire gli occhi su azioni da attivare non soltanto durante il momento di urgenza; il piano di marketing e le azioni ad esse collegate vanno pianificate e messe in atto durante tutto l’anno, non al bisogno e non soltanto a ridosso dell’apertura.

 

Condivisioni 0

Richiedi informazioni:

* Nome:
* Cognome:
* Nome attività:
* Città:
* Provincia:
* E-mail:
Telefono:
Sito WEB:
* Qual è il tuo Business?:
La tua richiesta:
Campi obbligatori *
Marco Baroni

Posted by Marco Baroni

È socio fondatore e Amministratore Delegato di TITANKA! Spa, importante agenzia web con clienti in ambito turistico in tutto il territorio nazionale.Dal 2000 sviluppa progetti web e coordina sviluppatori, grafici e esperti di web marketing al fine di raggiungere risultati misurabili in ambito digital.Svolge attività di Consulenza per PMI, enti e istituzioni nazionali, aziende del settore turistico e ricettivo e grandi realtà internazionali.Il suo hobby preferito è sperimentare insieme al suo team di esperti nuove tecniche innovative per aumentare i fatturati on line delle strutture ricettive.È l'ideatore del Gruppo Facebook “Metodo Professionale di Vendita Camere”, un vero e proprio canale di comunicazione e scambio di idee fra gli imprenditori del settore ricettivo e autore del libro "QUESTO ALBERGO NON È UNA CASA! un manuale per albergatori con elementi teorici e strategie pratiche per avere sempre il tutto esaurito.


Potrebbero interessarti anche: